News

24 Novembre 2021

Gizip diventa “Parco Produttivo Ecosostenibile Padova”

Gizip diventa

“Parco Produttivo Ecosostenibile Padova”

Logo

Rovoletto: “L’aggettivo ‘industriale’ è retaggio del passato.

È ora necessario il riconoscimento istituzionale dell’associazione. Le trattative sono in corso.”

 

L’assemblea dei soci del Gruppo Imprenditori della Zona Industriale di Padova (Gizip) ne ha votato per acclamazione il cambio di denominazione. Da adesso è “Parco Produttivo Ecosostenibile Padova”.

Sono molte le considerazioni che hanno spinto il sodalizio, fondato 55 anni fa, alla memorabile decisione. La nuova denominazione sintetizza infatti i nuovi obiettivi maturati dall’associazione a seguito delle molte situazioni recentemente verificatesi.

Di seguito i passi più significativi della relazione del presidente Roberto Rovoletto all’assemblea.

 

Necessario il riconoscimento istituzionale del Parco Produttivo Ecosostenibile

Non esistendo più un organo di gestione della Zona Industriale, Gizip, o meglio Parco Produttivo Ecosostenibile, si è visto nella necessità di richiedere ai tre enti proprietari dell’ex Consorzio Zip (Comune, Provincia, Camera di Commercio) di assumere una figura di riferimento dei rapporti fra gli imprenditori insediati nel territorio Zip e i tre enti stessi. Le trattative per il riconoscimento istituzionale del Parco Produttivo Ecosostenibile sono in corso e stanno procedendo nella direzione auspicata da Gizip.

 

L’aggettivo “industriale” è retaggio del passato

La cosiddetta “Zona Industriale” di Padova svolge ormai da decenni attività sempre meno industriali e sempre più commerciali, terziarie, e terziarie avanzate. L’aggettivo “industriale” diviene quindi semplice retaggio di un passato che sempre meno coincide col presente.

 

La nuova denominazione

La denominazione dell’associazione è quindi Parco Produttivo Ecosostenibile:

  • Parco in quanto la ripianificazione dell’area deve considerare la sua reale realtà economica, che non presenta più attività di sola natura industriale.
  • Produttivo poiché all’area dovrà essere riconosciuto il ruolo produttivo in senso ampio, comprendendo non solo la produzione di beni ma anche di servizi.
  • Ecosostenibile perché l’area dovrà assegnare ampio spazio alle strutture e infrastrutture a forte caratterizzazione di tutela ambientale quali l’Idrovia Padova-Venezia e la transizione ecologica come il fotovoltaico.

 

Il logo

Il nero rappresenta la situazione attuale basata su di un’economia incentrata sulle risorse fossili, per passare poi al verde della svolta ecologica e arrivare all’azzurro che rimanda alla purezza dell’aria e dell’acqua.

Hai un progetto in mente?
Non esitare a contattarci subito!